Linea Sottile

Perché amiamo avere paura?

Tra due giorni è Halloween! La festa pagana che si celebra il 31 ottobre ormai di ogni anno. Questa ricorrenza non ha origini italiane, ma è diventata molto popolare anche nel nostro paese. Quando pensiamo a questa festa non possiamo fare a meno di immaginarci streghe, zombie, mostri, fantasmi e zucche. Insomma, una vera e propria festa di paura!!

La zucca di Halloween e Jack-o’-lantern

Uno dei principali personaggi di questa ricorrenza è Jack-o’-lantern, la sua storia deriva da una tradizione irlandese. Secondo la leggenda, Jack era un fabbro irlandese, che riuscì più volte a ingannare il diavolo, ma che alla fine pagò un prezzo altissimo.

Alla sua morte, sia il paradiso che l’inferno lo rifiutarono e quindi fu costretto a vagare come un fantasma nel mondo dei vivi per l’eternità. Si dice che durante la notte di Halloween, Jack vaghi per le strade alla ricerca di un rifugio e che appendendo una zucca illuminata fuori dalla propria casa, si potrà indicare a Jack che lì non c’è posto per lui.

Questa festa molto popolare viene festeggiata in vari modi. C’è chi per la ricorrenza si maschera (soprattutto i bambini), e se ne va in giro per le vie della città a dire quella frase famosa che fa “dolcetto o scherzetto?”

C’è chi non se ne bada e la trascorre come una serata normalissima.

C’è chi trascorre invece la serata sul divano a guardare un bel film Horror!

I film di paura

I film horror sono il genere più amato del cinema anche se a una grande fetta della popolazione non piace. C’è chi non riesce neanche a guardare il titolo e i primi due minuti del film. Io ahimè, non faccio parte di questo club! Adoro i film Horror da quando sono bambina. Non voglio fare la modesta! Anche perché non amo guardarli da sola o dentro un cinema, dove il tutto è più suggestivo. Però mi sono chiesta sempre cosa mi attraesse di questo genere e soprattutto perché alcune mie amiche lo temevano tanto.

Le risposte dell’organismo

Questo genere di film ci fa emozionare ed eccitare. Il nostro cervello così, produce sostanze come adrenalina e dopamina, che regolano le situazioni stressanti.  Ci spaventiamo sì, ma da questa paura ne ricaviamo una situazione di benessere. Sul divano di casa nostra, siamo in una situazione protetta, non rischiamo nulla.. Certo, forse un infarto quando ci esce dallo schermo un mostro all’improvviso! Ma fisiologicamente sperimentiamo un po’ di quel rischio. Che ci piace! Lo spettatore quindi cerca la paura, che è legata strettamente al piacere.

Cerchiamo soluzioni

Quando vediamo un thriller di paura e ci troviamo davanti a un omicidio senza soluzione, veniamo stimolati a trovarla una. Queste attività sono un esercizio per la nostra intelligenza, per questo possono essere molto interessanti.

Il cattivo deve fare una finaccia

La gente va a vedere un film horror perché desidera essere spaventa, o non tornerebbe una seconda volta. Desideriamo che qualcosa ci coinvolga. I film dell’orrore hanno un grande impatto emotivo su di noi e noi desideriamo tanto questo impatto. Ma a un costo: il film in questione deve garantire un’adeguata risoluzione nel finale. Il cattivo deve imparare la lezione. Le sensazioni negative infatti suscitate dai film horror intensificano le sensazioni positive, quando l’eroe trionfa alla fine.

Inoltre sui fil di genere horror occorre aggiungere che la maggior parte delle persone è consapevole che gli eventi filmati non sono reali, così si assicura una distanza psicologica dagli orrori rappresentati nel film stesso.

Per concludere, il cinema horror si fonda su un bisogno psicologico, cioè quello di rappresentare le proprie paure e di trovare gli strumenti adatti per affrontarle.

E a te che stai leggendo piace stare spaventato? Raccontami la tua esperienza con i film di paura qua sotto nei commenti. Nel frattempo, BUON HALLOWEEN !!

Linea Sottile 🙂

1 commento su “Perché amiamo avere paura?”

  1. Articolo molto interessante e soprattutto hai colto esattamente il motivo per cui io adoro vedere e immergermi nei film horror, ovvero quello di provare emozioni e, soprattutto, SUSPANCE!!! Mi piace sia vederli in compagnia ma, ancor di più, da sola! Poi ovviamente non tutti i film di questo genere sono coinvolgenti, anzi direi che sono piuttosto rari quelli in cui alla fine ho detto:” mi ha proprio colpito”! Sarà perché è difficile spaventarmi davvero??? 😅

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *